default_mobilelogo

Dare colore alla vita danzandone ogni fase

Nella vita di ogni donna si avvicendano diversi momenti, ognuno collegato ad un archetipo femminile riconosciuto da tutti: la fanciulla (o vergine), la madre, la donna fatale (o incantatrice) e la crona (o donna saggia), momenti che si possono presentare ad ogni ciclo lunare, ad ogni ciclo solare, oltre che nel ciclo vitale di ognuna. Momenti in cui sperimentiamo differenti stati di animo, che a volte non comprendiamo pianamente, rischiando così di allontanarci dalla nostra vera natura.

Nel mio percorso di vita, mi sono resa conto sempre più chiaramente che più siamo consapevoli della fase che stiamo attraversando, meglio la nostra energia colorerà, come fosse un pennello in mano ad un'eccellente artista, la nostra esistenza, e quella delle persone vicino a noi.

Comprendere che la nostra natura vitale non ha un andamento lineare, bensì ciclico, e quindi rinnovabile e migliorabile, è possibile anche attraverso la danza del ventre.

Ho sempre amato danzare, e alla fine degli anni novanta feci il mio primo stage di danza orientale: me ne innamorai immediatamente, e da allora frequento corsi, stage e congressi con insegnanti nazionali ed internazionali, ed insegno principalmente ad Acqui Terme.

E quest'anno ho conseguito il Certificato di Operatrice DanzaDea.

Le Operatrici DanzaDea™ sono allieve di Giulia Mion, formate direttamente da lei nel metodo “Danza della Dea™” per la conduzione di gruppi di danza del ventre per il benessere femminile, per il pre e post parto, per il risveglio del femminile e riscoperta della natura ciclica della donna. Sono Operatrici del Benessere accreditate a livello nazionale in questo percorso dall’ente C.S.E.N.

Seguendo tale metodo, ad ogni incontro ci divertiamo ad esplorare, attraverso particolari movenze e passi della danza del ventre, una fase, un archetipo, un'emozione, una stagione, un colore: contattiamo così la nostra femminilità, il nostro centro, il nostro "omphalos", e da lì possiamo attingere a tutta la nostra creatività, intuizione, dolcezza, forza, gioia...

Rivolto a tutte le donne, in qualsiasi fase della vita si trovino, ogni appuntamento prevede un po' di tempo per permettere ad ognuna di rilassarsi dallo stress quotidiano, riscaldare la muscolatura, riconnettersi con il respiro. In un secondo momento si riscoprono i movimenti femminili naturali, tipici della danza del ventre, con eventuale uso di uno strumento (ad esempio il velo), con un tempo dedicato all'esercitazione ed alla pratica. L'evoluzione naturale dell'incontro si indirizza alla creazione di una danza completa, spontanea o coreografata. Si conclude con una condivisione in cerchio.

Danzando l'archetipo lo portiamo nel mondo fisico, nello spazio e nel tempo del qui ed ora, rendendo così la danza una meditazione, un momento sacro, che rende manifesta la nostra essenza più profonda e vera.

Vi invito ai primi laboratori di Danza della Dea che organizzo in Acqui Terme, per sperimentare insieme la magia della danza del ventre!

Per maggiori informazioni chiamatemi o scrivetemi                                                                                                Claudia Minetti 338 449 8225                                                                                                      mclaudia1963@gmail.com

DO IN: L’ESSERE UMANO TRA CIELO E TERRA

20/04/2016
DI CLAUDIA MINETTI, ASS. SASTOON

Osservando il corpo umano con la lente della filosofia orientale possiamo cominciare ad averne una visione in chiave energetica: la colonna vertebrale è la linea di contatto tra cielo e terra; l’energia arriva dal cielo, penetra attraverso le mani e i meridiani dell’agopuntura esterni (Yang), passa alla testa, alla schiena, alle gambe e ai piedi. L’energia che arriva dalla terra invece passa attraverso i meridiani interni (Yin), scorre dai piedi alle gambe, alle braccia e alle mani.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese (MTC), le energie esterne dannose al nostro organismo, penetrano in noi principalmente attraverso la pelle e le articolazioni.

Sotto la pelle risiede un’energia difensiva, Wei Qi, che, se scorre in maniera armoniosa, blocca tali pericolosi attacchi esterni.

Potremo in un eventuale prossimo articolo addentrarci in questo argomento.

Una buona pratica per mantenere sane e forti le articolazioni è il movimento, fisico ed energetico.

Attraverso mobilizzazioni, rotazioni e delicate percussioni riattiviamo la circolazione sanguigna, linfatica ed energetica, mantenendo la salute e la vitalità, evitando così di usare parte delle nostre energie profonde per far fronte ai vari disturbi e disagi provocati da freddo, umidità, calore e vento.

Il DO IN, che significa “La Via della Saggezza”, è un’antica pratica fisica, mentale e spirituale che deriva dalla medicina cinese ed è stata introdotta in occidente a partire dagli anni ‘50.

Utilizza la stimolazione dei meridiani dell’agopuntura (mediante la digitopressione e l’automassaggio), la respirazione, la meditazione e la pratica di esercizi per armonizzare ed attivare il Qi o energia vitale.

E’ adatto a tutti, sportivi e non, bimbi e anziani, perché, partendo dall’ascolto di sé, rispetta i limiti e le possibilità di ognuno.

Viene auto eseguito all’inizio con l’aiuto di un insegnante, e poi anche a casa o sul lavoro o in vacanza. Non ha bisogno di attrezzature particolari, solo di un po’ di tempo e tranquillità.

Il DO IN permette di contattare e conoscere consapevolmente le proprie energie interiori, di riequilibrarle e quindi lavorare sulla propria salute, soprattutto a livello preventivo.

La pratica regolare:

– rivitalizza tutti gli organi collegati alle linee dei meridiani shiatsu, rafforzandoli e armonizzando le loro funzioni

– allevia le tensioni muscolari

– rinforza e rende più flessibili le articolazioni

– aumenta la presenza nel momento, aiuta ad allentare lo stress e dona serenità

– elimina le tossine accumulate

– aiuta a prevenire i malesseri fisici e psicologici

Durante la lezione, della durata di 45-50 minuti, l’insegnante conduce attraverso delicati esercizi di riscaldamento e mobilizzazione delle grandi articolazioni del corpo (collo, spalle, gomiti, polsi, bacino, anche, ginocchia e caviglie), per poi passare alla sequenza di auto massaggio dei meridiani, preceduta e/o seguita dagli esercizi Makko-Ho (specifici stiramenti dei percorsi dei meridiani), abbinando il tutto ad un’adeguata respirazione. Può inserire esercizi speciali e spirituali, brevi visualizzazioni e meditazioni, ed un rilassamento finale, da cui si riemerge tonificati e pronti per affrontare serenamente il resto della giornata.

Non ci sono articoli in questa categoria. Se si visualizzano le sottocategorie, dovrebbero contenere degli articoli.