default_mobilelogo

Costellazioni Famigliari

Conduttrice: Claudia Angela Stricker

Scoprire e sciogliere i " blocchi " che si trasmettono in famiglia di generazione in generazione.

costellazioniIl metodo delle “costellazioni famigliari” parte della terapia familiare sistemica e dall’elaborazione di Bert Hellinger (nato in Germania nel 1925). Egli definisce il suo metodo, un metodo fenomenologico.Il fondamento del lavoro da svolgere nelle “costellazioni famigliari” consistenel prendere le cose così come sono. I facilitatori non possono augurarsi qualcosa o concepire obiettivi personali nei confronti dei loro clienti. Il loro ruolo consiste nel mettersi al servizio del campo di energia.

L’umiltà, proprio nell’accezione che gli da’ Hellinger, è prendere il mondo così com’è. “Solo questa accettazione rende possibile la percezione. Senza di essa, i desideri, le paure, i giudizi (le costruzioni della mia mente) interferiscono con la mia percezione.”L’amore è l’energia che anima le costellazioni famigliari, ed è da lì che si cerca di comprendere e guarire.

Il metodo di lavoro viene utilizzato sia in sessioni di gruppo sia individuali. In un modo o nell’altro si seguono un certo numero di tappe.

A cosa servono le Costellazioni familiari?

lI metodo è rivolto principalmente a chi intende risolvere problematiche legate alla propria storia familiare sia passata che attuale. Viene utilizzato anche da medici, psicologi e psicoterapeuti (nella terapia di coppia e in caso di traumi), educatori, assistenti sociali (per bambini abbandonati, per le vittime di abusi e i loro aggressori), a scuola (una classe è un sistema, coi suoi esclusi, i suoi grandi e i suoi piccoli, chi gioca a fare il buono e chi il cattivo…) e in azienda: anche istituzioni, classi e aziende hanno una loro “anima di gruppo”, e spesso vi si riproducono dinamiche simili a quelle familiari: ci si può comportare con i superiori come con i genitori, coi bambini come con i figli, coi collaboratori come con i partner, scambiare il capo col proprio padre…

Possiamo allora indagare e cercare le nostre soluzioni su:

  • Famiglia d'origine e attuale
  • Coppia e relazioni
  • Lavoro, colleghi, dirigenti, mobbing
  • Separazioni o perdite dolorose
  • Casa, città, nazione di residenza (la scelta)
  • Situazioni di vita difficili
  • Stress, ansia, senso di colpa, aggressività, insicurezza
  • Senso di non appartenenza
  • Problemi alimentari
  • Carenza della gioia di vivere
  • Situazioni spiacevoli che si ripetono ciclicamente
  • Destino e legami karmici
  • E molto altro ancora…

Il movimento dell'anima.

Negli ultimi anni , dal lavoro sul sistema famigliare è nato il movimento dell'anima, costellazioni che avvengono in uno stato di maggior raccoglimento e in completo silenzio, solo con l'ascolto dei movimenti che scaturiscono dal nostro profondo animo dopo aver lasciato alle spalle ogni giudizio e discorso mentale. Rispecchia il superamento della coscienza famigliare e personale che ci permette di contattare un livello più ampio che va oltre quello che consideriamo bene o riabilitandoci ad accettare tutto quello che è per quello che è. L'anima si sente attraverso la percezione del proprio corpo e le emozioni. Si può dire che chi ha difficoltà di entrare in contatto con le proprie emozioni non trova la porta d'ingresso per sentire la voce dell'anima e chi si ferma sulla porta d'ingresso e non va oltre il livello emotivo, non potrà sentire l'anima. L'anima è unità, è spinta evolutiva, non conosce giudizio e non si occupa di quello che consideriamo bene e male ,che varia da contesto culturale.

Il miracolo del campo di coscienza o campo morfo-genetico.

Tutte le volte rimango ancora affascinata della forza che sfugge da ogni controllo che porta alla luce, quello che è pronto ad essere visto. Nel campo che si crea insieme, dove ogni membro del gruppo contribuisce con il suo raccoglimento, con la sua attenzione libera da preconcetti e con il silenzio interiore rende possibile l'atmosfera di qualcosa oltre a noi, un qualcosa di sacro. Sia protagonisti, che rappresentanti che osservanti, hanno una funzione specifica e sono pienamente dentro il campo di coscienza creato insieme, perciò ne traggono vantaggio per il loro sviluppo in ogni caso.Il conduttore ha tre alleati: l'insicurezza, il caos, e l'impotenza. Chi vuole sapere tutto, controllare le situazioni, risolvere i problemi degli altri , non può condurre una costellazione. Tutti devono essere disposti ad esporsi alla piena forza di quello che è per quello che è. Questo é l'approccio fenomenologico applicato al lavoro concreto con gli clienti, un modo umile ed amorevole.

La conduttrice Claudia Angela Stricker ha studiato le costellazioni famigliari con Berth Hellinger in svizzera nel 1986, con Navala Jansch all'istituto Berth Hellinger a Bologna dal 2002-2004, e con Marianne Fanke-Griksch ha frequentato un gruppo di supervisione 2005conduce gruppi di costellazioni famigliari dal 2006, integrando elementi della Pnl e psicosintesi e ha svolto un anno di corso di comunicazione e relazione interpersonale all' università di Arezzo con il professore Enrico Cheli nel 2008.iscritta alla SICOOL come counselor ed operatore olistico ,La costellazione risolutiva è una costellazione in cui tutti, soprattutto la persona a cui la costellazione appartiene, si sentono a proprio agio.

  • Cell: 347.05.131.75
  • E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.